Percorsi di Consapevolezza

"Tutto quanto concerne l'Anima si svela spontaneamente ed ogni sforzo razionale non fa che allontanarla. Questo perche' la sua natura non e' fenomenica. Si coglie col cuore come una poesia,come un'opera d'arte. Si sente,si ama ma nessun concetto,come ombra fugace, e' ad essa adeguato".

Rumi

CORPO IN MOVIMENTO - La via del Cuore

 

Il seminario di Movimento Mindful è un momento di incontro per chi desidera dedicare due giorni a sé, per approfondire il rapporto tra il proprio corpo ed il mondo interiore: un’esperienza in grado di fornire ai partecipanti nuovi strumenti per sperimentare in maniera immediata il profondo senso di rilassamento e riconnessione con sé stessi possibili quando ci mettiamo in ascolto del nostro corpo, e di ritrovare o sperimentare un profondo contatto con il cuore. E' l’opportunità di fare pratica di rilassamento profondo, di meditazioni guidate e Mindfulness.

Esploreremo il valore straordinario del movimento spontaneo e libero, la sua morbidezza e profonda saggezza, in grado di sciogliere dolori, tensioni e rigidità; studiemo movimenti e posture non abituali che sono in stretta relazione con le forme di pensiero e di sentimento, ed eseguiremo semplici esercizi che aiutano la connessione tra la mente, le emozioni e il corpo per favorirne la comunicazione. Questo seminario è un percorso studiato per acquisire strumenti pratici che ti permettano di vivere con più armonia ed equilibrio con te stesso e con gli altri nel mondo che ti circonda. E' un viaggio in cui, lavorando contemporaneamente su corpo, emozioni e pensieri, possiamo esplorare un tema che da sempre affascina l'essere umano: la conoscenza di sé e l'apertura al proprio cuore. Il cuore è il trasformatore alchemico dove ogni domanda trova risposta, ogni dolore o tensione sollievo e integrazione, ogni paura la chiave per essere superata.

I movimenti e gli esercizi sono adatti a tutti e non richiedono nessun allenamento particolare, se non la voglia di mettersi in ascolto del proprio corpo. E' inteso che ogni corpo ha la sua storia e le sue piccole e grandi ferite che vanno sempre rispettate, ed esigenze che troveranno spazio ed ascolto.

Useremo tecniche di movimento, mindfulness, meditazioni guidate, tecniche di rilassamento.

 

Per informazioni ed iscrizioni clicca qui.

Aprirsi alla gioia

 

"Il corpo non può guarire senza il gioco. La mente non può guarire senza le risa. L'anima non può guarire senza la gioia" 

“Your body cannot heal without play. Your mind cannot heal without laughter. Your soul cannot heal without joy.”
Catherine Fenwick

 

Dov'è finita la Gioia nelle nostre vite di rincorsa, in cui il momento presente sembra solo un ostacolo da superare per raggiungere chissà cosa?

Proprio la gioia, non la felicità. Quel sentimento di leggerezza nel cuore e nel passo che provo quando sono presente, totalmente immersa in ciò che è. Che non ha niente a che fare con ciò che accade fuori di me, ma illumina da dentro il mio sorriso.

 

Se esaminiamo onestamente le nostre giornate, è molto comune passare la gran parte del tempo in modalità pilota automatico. Facciamo continuamente piani, cerchiamo di programmare il futuro e di soddisfare tutte le voci della nostra lista di cose da fare. Lista che peraltro noi stessi abbiamo compilato, e che per qualche misterioso motivo si infittisce di giorno in giorno, finché non ci resta neanche un secondo libero per guardare il cielo, e finché anche il tempo in coda al semaforo è ottimizzato controllando la posta o fb.

 

Siamo costantemente occupati ad affrettarci verso il futuro, a correre verso qualche misterioso momento finalmente soddisfacente, o felice, sempre più lontano da adesso, senza accorgerci di cosa ci perdiamo: la nostra vita.

 

L’esperienza diretta di questa vita qua. La nostra. E la gioia che è nascosta in questo attimo.

Quante volte ci succede di dire più o meno consciamente di no al momento presente?

O quante volte diciamo davvero si?

Quante volte ci succede di arrivare da qualche parte senza minimamente ricordare di aver fatto il tragitto?

O di aver atteso tanto un evento di cui, appena trascorso, ci accorgiamo di non aver percepito il gusto, come se non fossimo davvero stati li, ma persi in altri pensieri, o paragoni, o giudizi?

Quali sono le chiavi e gli strumenti che ci permettono di aprirci alla Gioia, di ricordarla, di sceglierla, di permetterla?

 

In questa serie di seminari partiremo insieme alla ricerca della Gioia, esplorando gli ostacoli che ci impediscono di aprirci al presente e di sentirci a casa nel qui ed ora. Di atterrare nell'Adesso.

Utilizzeremo strumenti diversi come Mindfulness,  meditazione, movimento, respiro,  condivisione e inquiry.

 

È possibile partecipare anche solo ad un incontro, anche se preferibile regalarsi l’intero percorso.

Per informazioni ed iscrizioni clicca qui.


Un'altra storia - Percorso di riScrittura di sé

Scrivere di sé, della propria vita, dei propri ricordi, dei sogni e della propria memoria. Da sempre una modalità di cura alla quale l’umanità ha fatto appello per superare i momenti più duri e faticosi della vita. Scrivendo creiamo una possibilità di condivisione e consapevolezza, allontanandoci dalla nostra esperienza quel tanto che basta per poterla guardare. Per poterla accogliere, lasciandola andare.

 

Attraverso la scrittura possiamo trovare immagini, significati e interpretazioni che altrimenti ci sfuggirebbero: la penna, tappeto magico e macchina del tempo, ci conduce in luoghi che diversamente non troveremmo. Spesso là dove finalmente troviamo un senso.

 

La scrittura richiede un tempo dedicato, un luogo, la possibilità di rimanere con noi stessi, una ritualità. Ci porta al cospetto di noi stessi e della nostra unicità, aprendoci uno spazio in cui incontrare la nostra storia, e trasformarla.

 

A. Jodorowsky scrive ne “La danza della realtà”: “…ho scritto un’autobiografia immaginaria, anche se non nel senso di fittizia, dato che tutti i personaggi, i luoghi e i fatti narrati sono veri, ma nel senso che la storia profonda della mia vita è il risultato di uno sforzo costante per stimolare la mia fantasia, ampliarne i limiti, per apprenderne il potenziale terapeutico e trasfiguratore” (p.322).

 

In questa chiave scrivere significa:

Riconoscersi

svelarsi a se stessi

destrutturarsi

ricostruirsi

perdonarsi e perdonare

darsi altre possibilità

 

Significa dissodare il terreno della propria vita, lasciando emergere dalla memoria i ricordi, trasformandone la carica emotiva. Ogni ricordo è come un’isola che affiora alla superficie e si unisce alle altre isole, a formare l’arcipelago della nostra storia. Ma una storia che stavolta scrivo, e non subisco.

 

La scrittura di sé è molto generosa:

- aiuta a mantenere il pensiero friabile e aperto

- ci libera dalla prigionia della nostra storia come narrata da altri, riconducendoci al centro della nostra esperienza,

- aiuta la ricerca della propria autentica forma

- cura e ricuce le proprie ferite, perché  “le parole scritte non feriscono più” (F. Pivano)

- dona maggiore consapevolezza di sé, permettendo un maggior livello di benessere generale

 

Scrivere di sé aiuta a condividere con gli altri la propria storia e ad ascoltare le loro con orecchie più sensibili e attente.

 

 

Gli incontri possono essere individuali o di gruppo. Se sei curioso, vieni a provare...

Per informazioni ed iscrizioni clicca qui.


La Via del Contatto

È un percorso per aumentare il livello di gioia ed equilibrio nella nostra vita, superando stress e tensioni attraverso lo sviluppo di una più profonda e matura consapevolezza di sé, delle proprie emozioni e delle proprie relazioni.

 

Si articola in incontri di gruppo che ci aiuteranno a

- Acquisire strumenti per migliorare il livello di benessere fisico, emotivo e mentale

- fare di nuovo amicizia con il nostro corpo e le sue qualità

- cogliere con maggiore chiarezza le nostre potenzialità, aiutando anche a comprendere cos’è che ci crea tensioni fisiche o conflitti relazionali, 

- sperimentare modalità più efficaci per comunicare ed entrare in relazione con l’altro

- rafforzare le qualità positive per compiere scelte responsabili e cambiamenti efficaci

- Aumentare la consapevolezza e la capacità di presenza

 

Impareremo ad ascoltare e sentire il corpo e ad ascoltare con il corpo, stimolando le naturali risorse espressive e ritrovando la saggezza profonda del nostro sistema.

 

Utilizzeremo tecniche di Massaggio Comunicativo, Mindfulness, Rilassamento, Respirazione, Movimento, Inquiry, Ascolto e Condivisione.

Per informazioni ed iscrizioni clicca qui.

"Da dopo il seminario ho un rapporto diverso col mio corpo, lo sento, e sento un'apertura al centro del petto, sensazione magnifica perchè i dolori alle spalle e al collo sono quasi spariti. avverto un senso di libertà, di apertura, percepisco la mia postura e... dove sto andando e come. I lavori che proponi sono profondi, intensi, liberatori e rivelatori"

F., operatrice olistica