Notti Sante di Pace

Notti Sante
Notti Sante
Il sole è tramontato, è già buio. 
Amo particolarmente le notti tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, e da molti anni uso questo periodo come un ritiro nell’anima, un tempo dedicato ad ascoltare con particolare attenzione dove la mia stella vuole condurmi, e con la scusa di aspettare i sogni mi faccio delle dormite  epocali.
In molte tradizioni le 12 notti che iniziano stasera rappresentano ed anticipano le energie dei prossimi 12 mesi, e i sogni di queste notti ci guidano ad accogliere il tempo che verrà. Ogni notte un mese, una costellazione, una candela. Un viaggio.
 

Nel periodo più freddo e buio dell'anno, in cui l'impulso a ritrarsi dal mondo è più forte, possiamo accogliere l’invito a rivolgerci verso l'interno, curare le terre interiori dell'anima, coltivare i nostri sogni, e seminare nel cuore ciò che desideriamo raccogliere nel prossimo anno.

 
Quest’anno infatti, oltre che a raccontarci i nostri sogni come facciamo di solito, vorrei invitarti ad una specie di viaggio di consapevolezza: Notti Sante di Pace è un invito a scegliere consapevolmente quali semi vuoi piantare e annaffiare, in modo da poter coltivare il giardino dei tuoi sogni fino alla piena fioritura. 
 
Invece di chiederti cosa vuoi fare nel nuovo anno, ti invito ad andare ancora più a fondo, a riflettere sui tuoi valori essenziali, su chi vuoi essere. 
 
Quali semi essenziali vuoi piantare quest'anno, in modo che tu possa diventarne sempre più l'incarnazione? Quali valori vuoi coltivare, con consapevolezza, responsabilità e dedizione? Quali sono i pensieri che annaffi?
 
 Io quest’anno ho scelto la pace, la libertà, e l’amore. Coltivare il giardino della pace interiore. Offrire libertà, amare senza condizioni.
 
E tu? Quali sono i tuoi?
Scrivili nei commenti, saranno la tua cometa, ti guideranno nel cammino.
Se non ti è chiaro sentirli, se ti sembra difficile trovarli, prova a pensare ( e scrivere): chi sono le persone che ti ispirano, che ammiri? Che caratteristiche hanno? Quali sono i valori che incarnano? E poi prova a chiederti: cosa ti interessa? Cosa ti appassiona?

Cosa vuoi infondere nel tuo anno?  Vuoi incarnare più amore, più compassione, più resilienza, o coraggio, bellezza, verità?

 

Così puoi arrivare alla domanda chiave: quali tipi di semi hai bisogno di piantare o curare per avere una fioritura abbondante e il raccolto dei tuoi sogni? Immaginali proprio come dei semi, se vuoi puoi anche disegnarli sul tuo quaderno e scrivere i valori essenziali che rappresentano. 
La nostra mente è un giardino che contiene tutti i tipi di semi: semi di  comprensione, semi di perdono, semi di consapevolezza e anche semi di ignoranza, paura e odio. Razzismo. Pregiudizi.
E non dire “no, io questo mai”. Tutti, sempre, senza esclusioni, abbiamo in noi queste possibilità. Queste forze primitive e inconsce insieme a forze luminose e qualità essenziali. E' sempre possibile scegliere chi vogliamo essere.
 
In qualsiasi momento possiamo comportarci con violenza o compassione, in modo automatico o consapevole, in ogni momento possiamo reagire o o agire, a seconda della forza di questi semi dentro di noi, e a seconda di ciò che scegliamo di innaffiare e coltivare.
Coltivare questi semi vuol dire sceglierli, incarnarli, ad ogni bivio della vita, in ogni momento della giornata. Così cresceranno, si rafforzeranno, cresceranno verso il sole guidandoti verso la pienezza di chi sei.
In queste notti i sogni ti porteranno messaggi e chiavi per conoscerti, simboli, occasioni per guardare alle energie che si muovono sotto il pelo dell'acqua, e che ti verranno incontro via via che matureranno. Cerca i tuoi semi, portali nei sogni. Sognali nella tua vita e nel mondo. Non potrai fare a meno di irradiarli tutto intorno a te.
 
Se vuoi unirti a questo viaggio dell’anima ci trovi nelle prossime 12 mattine sulla pagina Facebook Mindful Counseling.
Ti servirà un quaderno su cui scrivere i tuoi sogni, e tanta voglia di dormire. E anche voglia di esplorare consapevolmente il tuo giardino interiore, e di prendertene cura.
 
Quando sapremo come coltivare i semi dell'amore, della compassione e della comprensione in noi, ogni giorno, quei semi diventeranno più forti, e i semi della violenza e dell'odio sempre più deboli ...
Con questa comprensione, siamo già sulla via della creazione della pace. “~ Thich Nhat Hanh
.
.
.
La foto è di @NigelForster dai un'occhiata ai suoi corsi di fotografia del paesaggio, sono bellissimi!

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Mariaconcetta (venerdì, 25 dicembre 2020 09:01)

    Questa prima notte non ha portato sogni ma sono arrivati i semi che voglio coltivare:
    La Consapevolezza dentro e fuori di me, la chiarezza;
    La Compassione per me e per gli altri, apertura;
    La Libertà, per me e per gli altri, di movimento, di volare, di sbagliare...
    Grazie per la guida ♥️

  • #2

    Silvia (venerdì, 25 dicembre 2020 23:25)

    Non sapevo di queste notti sante. Mi piace questa idea di farmi guidare dalla mia mente sognatrice in un viaggio di consapevolezza e di ritiro nella anima. Stanotte ho sognato una persona che ho amato molto e che non c'è più. Di sicuro voglio coltivare il seme dell Amore, altro non so, per ora.

  • #3

    Ilaria (sabato, 26 dicembre 2020 09:40)

    Mariaconcetta che bei semi, potenti... Ti abbraccio forte, grazie a te <3

  • #4

    Ilaria (sabato, 26 dicembre 2020 09:42)

    Silvia mi sembra già un bel semone! Vedrai che quando chiamiamo e chiediamo, la guida arriva... Un caro abbraccio

  • #5

    Silvia (sabato, 26 dicembre 2020 11:00)

    Lo spero Ilaria, grazie! Stanotte altra notte agitata. Non ricordo di un sogno, ma al risveglio notturno, tanta paura.
    Tra l altro tirava vento e avevo paura cadesse il mio albero di natale sul terrazzo anche se sapevo di averlo posizionato al riparo ..ma ero troppo stanca ed infreddolita per andare a vedere. Infatti stamani era in perfetta forma!!